IL PORTALE D-FLIGHT: REGISTRAZIONE E QR CODE


IN AGGIORNAMENTO: IN ATTESA DISPOSIZIONI NUOVE NORMATIVE


Capita spesso questa domanda: “come posso registrarmi sul portale d-flight?”


Per motivi di comunicazione e per semplificare il linguaggio tecnico di questo settore, cercheremo come sempre, di essere il più possibile “comprensibili”.


Tornando a noi, ora tratteremo l’argomento legato al portale D-flight.


D-Flight è la società creata da ENAV nel novembre del 2018 per sviluppare la piattaforma U-space per l’erogazione dei servizi per Aeromobili a pilotaggio remoto (UAV), denominati comunemente “droni”.

ENAV, attraverso D-Flight, mira a far coesistere il traffico aereo tradizionale con le esigenze della nuova tipologia di traffico, consentendo l’impiego dei droni per un numero crescente di servizi anche di pubblica utilità, garantendo i massimi livelli di sicurezza.


D-flight mette a disposizione dell’utente registrato diversi prodotti rivolti all’impiego sicuro degli UAV all’interno dei diversi scenari operativi.


L’insieme dei servizi serve per garantire all’utente semplicità di utilizzo adeguati alle caratteristiche tipiche del settore droni.


Il visitatore può accedere al portale di d-flight attraverso la pagina web ufficiale.


Una volta effettuata la registrazione è possibile accedere anche al seguente servizio gratuito:

Visualizzazione mappe per l’identificazione delle zone di accessibilità.


Con le mappe di questa versione di d-flight, realizzate sulla base della normativa vigente emanata da ENAC, prosegue il processo di rappresentazione geo-referenziata delle “Regole dell’Aria” applicabili in Italia.


Su D-flight è oggi disponibile una mappa tematica di sintesi per lo spazio aereo al di sotto dei 120 metri.


Per quanto riguarda il QR-Code, è un codice identificativo univoco, che rappresenta l’associazione tra il numero di registrazione dell’operatore ed una targa assegnata al UAS.


Per ottenere ed attivare il QR-Code, è necessario essere registrati come operatore sul portale D-flight.


Hanno l’obbligo di registrarsi sul portale D-Flight e di apporre il codice identificativo QR sull’UAV:


Gli operatori di UAS impiegati per uso professionale, indipendentemente dal peso;

Gli operatori e/o i proprietari di APR di massa uguale o maggiore di 250 g impiegati per attività ricreative;


Esistono anche delle tariffe corrispondenti ai servizi d-flight per operazioni non specializzate o specializzate non critiche, critiche o critiche in scenari standard e attualmente potremmo riassumerle in questo modo:


UTENTI BASE

Operazioni non specializzate:

obbligo di registrazione

abbonamento annuale gratuito

6€ di QR code base per singolo drone


UTENTI PRO

Operazioni specializzate:

obbligo di registrazione,

abbonamento annuale di 24€

QR code pro per singolo drone di 96€

QR code per singolo drone con peso inferiore a 250 grammi valore di 6€



Un solo post non può essere sicuramente né completo, né esaustivo.

Precisiamo che questo articolo può essere utile, nel caso venga utilizzato un UAV.

E’ sempre necessario consultare le fonti ufficiali, reperibili per esempio, sul portale online di ENAC, EASA, D-flight.


Se avete bisogno di ricevere una formazione adeguata, per approfondire le conoscenze richieste, per chiarire eventuali dubbi, ci sono a vostra disposizione, Istruttori di volo UAV riconosciuti e certificati ENAC.

I contatti sono facilmente reperibili attraverso il form in fondo a questa pagina, tramite i social, whatsapp e molti altri canali.


Altri argomenti correlati:

Come diventare piloti Uav Open A1-A3 e A2

L’importanza dei manuali nel settore droni Uas

Attestato pilota Uav operazioni specific come ottenerlo

Il linguaggio dei droni definizioni e acronimi

Il prontuario del infrazioni

Movimenti del drone con radiocomando

Come utilizzare un drone

Vi auguriamo come sempre, una buona giornata a tutti voi.